Gian Franco Freguglia - Pubblicazioni - ModusNovi Ensemble

Vai ai contenuti

Gian Franco Freguglia - Pubblicazioni

I Templari. Chi erano e perché scomparvero i monaci guerrieri - San Paolo, 2018

Sette secoli dopo la fi ne dell’Ordine, il mito dei Templari è ancora vivo.
Il 18 marzo 1314 l’ultimo Gran Maestro dell’Ordine dei Templari viene arso sul rogo. Questa fine così tragica coincide con l’inizio di una leggenda, quella dei Cavalieri del Tempio. A sette secoli dalla fine dell’Ordine, il mito dei Templari è ancora vivo, e come tutti i grandi racconti reca in sé verità storiche celate sotto strati di false notizie. Chi erano davvero i monaci guer-rieri? Semplici cavalieri che proteg-gevano i pellegrini che andavano in Terrasanta? Oppure erano stati reclutati per cercare tesori nascosti a Gerusalemme? Gian Franco Fre-guglia si muove con sapienza tra realtà e finzione, per restituire una visione completa dell’affascinante e secolare mito dell’Ordine più di-scusso di ogni tempo.






La morale della favola. Il Bene e il Male in Stephen King - Ebook, KKIEN Publ. Int., 2014

L'eterna lotta tra Bene e Male vista con gli occhi di Stephen King
Attraverso un tono che vorrebbe essere kinghianamente narrativo, quindi scevro da ogni atteggiamento dotto e filologico, lo scopo che si prefigge l’autore, una vera autorità al riguardo, è quello di fornire ai lettori di King - ma forse, e soprattutto, anche a quanti preferiscono pregiudizialmente non conoscerlo – un’esemplificativa esperienza di lettura o di ri-lettura che riesca a mostrare come il genere horror sia in realtà il travestimento favolistico e letterario di temi e contenuti che, nelle opere prese in considerazione, si rivelano di forte impatto, per così dire, morale. Stephen King è un autore che sa ascoltare i suoi lettori scrivendo storie che ci interrogheranno ancora e sempre.

Il lupo e Cappuccetto Rosso. Passeggiate nel bosco di Stephen King - Ebook, KKIEN Publ. Int., 2014

Il genio di Stephen King raccontato attraverso i suoi romanzi più importanti
“Il Signore delle Favole inizia a raccontare, e comincia con il più classico e rasserenante incipit che la nostra infanzia conosca: c’era una volta… non prima di aver detto, con la toccante sincerità che lo contraddistingue dentro e fuori i suoi libri, che segreti e paure hanno bisogno di essere ascoltati perché, se rimangono sospesi nelle parole di chi racconta, non c’è immagine che possa dare forma vera alla paura, a quella “prima volta” in cui si è di fronte a “un essere umano morto”: l’immagine stessa e forse più ovvia della paura”. L’autore ci chiede di farsi prendere per mano, lasciandosi accompagnare nel bosco segreto di Stephen King, un vero “regno incantato”.


Vita di Cristo secondo i Vangeli canonici e apocrifi - Mondolibri, 2007

Un libro unico, un racconto che parte dall’infanzia di Gesù, narra della sua vita privata, presenta la sua vita pubblica e lo scontro con il “potere” costituito, affronta la passione morte resurrezione come un percorso dove umano e divino sono strettamente intrecciati, narra del “dopo”, ciò che è avvenuto dopo la resurrezione: “mistero di un unicuum nella storia del mondo…perché nessun altro è tornato dai morti…perché questo “ritornato” tace completamente su ciò che avrebbe senso dire. C’è un senso che ancora non abbiamo compreso, in questo silenzio?”. La vita di Gesù è una di quelle “storie” che più appassionano uomini e donne di tutte le età e di tutte le epoche. Da alcuni anni, poi, l’”interesse per le storie cristiane” ha conosciuto un moltiplicarsi di attenzione, ma non solo: un crescendo di ritrovamenti o pseudo-ritrovamenti di Vangeli scomparsi, tombe e documenti; e soprattutto una produzione quasi innaturale di nuove interpretazioni che svelerebbero arcani e misteri nascosti da secoli. In questo libro, racconta l’autore, “non voglio aggiungere altra confusione; né è mio scopo sbrogliare la matassa (ben altro sarebbe il lavoro da compiere!); mi propongo una cosa più semplice ma, credo, di non poco interesse: entrare nella varietà delle storie su Gesù e tentare di offrire un percorso narrativo, alla ricerca non della verità su Gesù (pretesa di fronte alla quale egli stesso, probabilmente, risponderebbe come a Pilato: obbligandoci al silenzio), ma della complessità delle sfaccettature offerte dalle tradizioni che lo riguardano”.
Anche su Ebook, KKIEN Publ. Int., 2014

I Custodi del Messaggio (con Giancarlo Gianazza) - Sperling & Kupfer, 2006

Le dita incrociate delle tre Grazie nella "Primavera" di Botticelli indicano una data misteriosa, 14 marzo 1319. È il primo indizio di un'appassionante caccia al tesoro che lega fra loro i capolavori di artisti eccellenti: lo stesso Botticelli, Leonardo da Vinci, Raffaello e soprattutto Dante. Opere eterne, commentate da generazioni di critici, studiosi o semplici osservatori. Ma che, se lette con uno sguardo nuovo, 'pensando a come pensava l'artista', rivelano segreti inaspettati. È quanto succede alla "Commedia", interpretata per secoli ignorando il monito dello stesso Dante: prima ancora che i simboli e le allegorie, il lettore deve cogliere il 'senso letterale' del testo. Così il percorso ultraterreno del poeta si sovrappone a un viaggio realmente compiuto, le cui tappe sono codificate con matematica precisione nelle terzine del poema. Sarà sorprendente allora scoprire che la meta del poeta fiorentino è l'Islanda. E che la stessa isola è l'approdo ultimo di un altro viaggio dal rilievo storico immenso: una via che muove dalla Palestina di duemila anni fa e conduce in Europa, nell'isola di Citera prima, nella Francia del Sud poi. E da qui, negli anni turbolenti della crociata anti-catara, prosegue, sotto la scorta di un drappello di cavalieri templari, verso un tempio segreto scavato nella fredda terra islandese. Fra nevi e geyser risiederebbe infatti il più grande mistero dell'umanità: il sacro Graal, l'eredità suprema di Cristo. Un segreto troppo pericoloso per essere svelato al mondo, troppo importante per essere condannato all'oblio. Per questa ragione artisti dal genio assoluto ne hanno assunto nei secoli l'onere della custodia. Il Messaggio, come un sapere iniziatico, è passato attraverso le terzine della "Commedia", il rigore geometrico della "Gioconda" o del "Cenacolo" di Leonardo, i precisi richiami figurativi della "Primavera" di Botticelli e degli affreschi nella Stanza della Segnatura di Raffaello. Un enigma che ha attraversato i secoli e trova oggi una rivelazione ultima e definitiva, suffragata da dimostrazioni logiche e rigorose. Un libro, arricchito da numerose illustrazioni, prezioso e sconvolgente, come lo è una verità taciuta troppo a lungo.

In margine ai Codici, inserto del volume: Codici, Segreti, Profezie, Mondolibri, 2006

Dal codice della vita all'Apocalisse. Trattasi di un interessante catalogo riccamente illustrato a colori che presenta e descrive dipinti, codici segreti e profezie. Il volume è a cura del Centro Studi MAMRE








Il Bene e il Male secondo Stephen King - Piemme, 2003

I poteri telecinetici di 'Carrie', la casa stregata di 'Shining', il morto che ritorna di 'Pet Sematary', le forze diaboliche di 'Desperation'. Un viaggio all'interno dei romanzi di King che svela come il Male, in noi e intorno a noi, non sia altro che la proiezione di quegli orrori che si agitano nell'immaginario collettivo.
Un viaggio all'interno dei romanzi di King svela come le invenzioni più scabrose e raccapriccianti altro non siano che un geniale travestimento letterario per porre l'attenzione su temi di forte impatto sociale ed etico. Le turbe comportamentali della gioventù americana. La crisi della famiglia postmoderna. L'interrogativo mai risolto sull'esistenza dell'aldilà e sul senso della morte. L'abisso scavato nell'anima dall'eterna lotta tra il bene e il male.


L'Inquisitore. Interrogatori, memorie e processi (con Natale Benazzi) - Piemme, 2002

Avevi in dono di salvare il mondo con le tue stesse lacrime e, invece, condannasti te stesso a causa delle lacrime del mondo, che rinnovavi, in ogni tribunale, nei processi, con le torture.... Così parla Satana al Grande Inquisitore. Provocato dalle incalzanti accuse del suo più grande avversario, l’Inquisitore, inflessibile castigatore di eresie ma uomo al contempo certo e turbato, instaura un confronto serrato con le anime degli inquisiti e si trova costretto a fare i conti con il pensiero vivo, sofferente e acuto delle vittime della Santa. La sua indagine interiore diventa pretesto per ricostruire processi, accuse, liberazioni e morti. Rivivono così la storia del vescovo marrano Pedro de Aranda, la vicenda delle streghe di Salem e la terribile tortura subita da Tommaso Campanella. In una estenuante sfida narrativa e teologica in cui si scontrano amore per la Chiesa e rispetto della verità, emergono le luci e le ombre di un fenomeno che non ha mai smesso di interrogare le coscienze.


Altre pubblicazioni

  • Celestino V fra storia e letteratura, postfazione a Ignazio Silone, L’avventura di un povero cristiano, Editrice Ancora, 2001

  • Curatela e traduzione di Guglielmo Durando, Rationale Divinorum Officiorum, in “Monumenta Studia Instrumenta Liturgica”, Libreria Editrice Vaticana, 2001

  • Curatela e trascrizione in italiano moderno di Gabriele Paleotti, Discorso intorno alle immagini sacre e profane, in “Monumenta Studia Instrumenta Liturgica”, Libreria Editrice   Vaticana, 2002
© ModusNovi2013
Aggiornato 24/11/2018
Associazione culturale musicale ModusNovi
Sede Legale c/o Avv. S. T. Zanoni
Via F. Magellano 21 - 20900 Monza MB - Italy
C.F. 94629880157
ModusNovi ensemble - Sede operativa c/o Villa Eva
Via Eva Segrè 8 - 20900 MONZA MB - Italy
Email: info@modusnovi.it
Torna ai contenuti